MANI

Bibliografia

  1. Gherardo Gnoli, “Il Manicheismo”, Fondazione Lorenzo Valla-Arnoldo Mondadori Editore, Milano, 2003;
  2. Henri-Charles Puech, “Sul Manicheismo e altri saggi”, Giulio Einaudi Editore, Torino, 1995;
  3. Michel Tardieu, “Il Manicheismo”, Lionello Giordano Editore, Cosenza, 1988;
  4. Geo Widengren, “Il Manichesimo”, Il Saggiatore, Milano, 1964;
  5. Wikipedia, indispensabile “apripista” per tutte le mie ricerche su Internet.

 

Note bibliografiche

Relativamente alle citazioni tratte dalle varie opere manichee, elenco di seguito le loro fonti seguendo l'ordine con cui sono state lette nella presente biografia.

  1. Inno di Mani, Gherardo Gnoli, op. cit., p. 191;
  2. Mani racconta una storia a un mago alla corte del Re dei Re, Gherardo Gnoli, op. cit., p. 199 + breve frammento da L'arrivo dell'Apostolo nelle Terre, op. cit., p. 211;
  3. Sull'Avvento dell'Apostolo, H. C. Puech, op. cit., p. 18;
  4. Sull'Avvento dell'Apostolo, ibidem;
  5. Codice Manicheo di Colonia (CMC 84-85), Michel Tardieu, op. cit., p. 89;
  6. Libro dei Salmi, II, Geo Widengren, op. cit., p. 107;
  7. MārMani loda il re , Gherardo Gnoli, op. cit., p. 196;
  8. Parole del Me-Vivente, H. C. Puech, op. cit., pp. 55-56.


Vista la complessità con cui sono state catalogate le varie opere manichee, ho preferito limitarmi alla citazione del titolo dell'opera stessa nonché al saggio in cui si trova, piuttosto che perdermi in una rete di sigle e numeri di scarsa comprensibilità immediata. Questo non è stato possibile nella citazione n. 5 per la quale, in assenza della denominazione del frammento in questione, ho riprodotto il nome della fonte primaria, ovvero “Il Codice Manicheo di Colonia”, così chiamato perché è in questa città che viene conservato. Per quanto riguarda l'utilizzazione delle citazioni stesse, sono stata a volte costretta a riunire più di un breve frammento, altre a ridurre i brani più lunghi. Un lavoro di taglio e cucito non esente, in qualche caso, di alcune inconsistenti modifiche operate allo scopo di collegare tra di loro le varie parti, rendendo nel frattempo più comprensibile il senso del testo, tenuto conto della sua fruizione orale. Occorre inoltre sottolineare che alcuni studiosi evidenziano delle possibili discrepanze rispetto alla data di nascita e di morte del Profeta di Babilonia.

 

Musiche di:

  1. Sigla iniziale: Imperium Dominium & Chanel, “Dreamboat” + “Let's do it” + pochi secondi iniziali di “Parting”, Big bug in the butter;
  2. John Holowach, “Blue Dreams”+ Imperium Dominium, “Severance”;
  3. Imperium Dominium, “Charlotte Sometimes (The Cure – Cover)”. + John Holowach, “Serenade for Marlah”;
  4. Senza Valore “Theme from iron teeth” vbr;
  5. Sigla finale: Baroolyo, “Love without hope”.

 

Tutti i brani utilizzati sono rilasciati sotto licenza “public domain”. Il materiale audio originale e tutte le informazioni relative agli autori e alle composizioni possono essere reperiti a questo indirizzo

LA “VOCE” DI MANI È STATA INTERPRETATA DA STEFANO MENEGALE

 

 

I RACCONTI SONORI

Utilizzando il nostro sito, acconsentite all'utilizzo di Cookies in conformità alla nostra cookie policy.    Scopri di più